Ripresa dei concerti

Dopo una lunga interruzione di svariati mesi ed il continuo rinvio a singhiozzo di alcuni eventi – tutte conseguenze della triste crisi pandemica che l’intera popolazione mondiale ha dovuto affrontare – sembra finalmente riprendere la mia attività concertistica, in maniera concreta ed al riparo da qualsiasi nuova interruzione.
Con una agenda che nuovamente riprende a pulsare ed ampliarsi in corso d’opera, nello stretto immediato posso segnalarvi tre concerti che da qui a Luglio mi vedranno protagonista:  due concerti con il clarinettista Luca Luciano, con un repertorio a cavallo fra l’800 ed il 900 (Schumann, Piernè, Debussy, Busoni, Gershwin e composizioni dello stesso Luca), inframezzati da un concerto sul main stage del Campania Teatro Festival insieme ai compagni di viaggio del progetto di world music denominato Nautis.

 

Il primo dei tre concerti mi vedrà protagonista Domenica 30 Maggio sul palco del Teatro del Tempio a Modena insieme a Luca Luciano, per un concerto inserito nella stagione concertistica della Gioventù Musicale d’Italia (tutti i dettagli qui). Sarà un’occasione per unire ancora una volta due fra i linguaggi musicali a me più cari: quello dell’improvvisazione, intesa come composizione in real time (la qual cosa avviene su buona parte del programma dedicata al Novecento), e lo sconfinato bacino della musica classica, nella fattispecie annoverata nel programma da pagine di autori romantici (Schumann) e della Francia di inizio secolo XX (Debussy, Piernè).

 

Dell’imminente concerto del progetto Nautis al Campania Teatro Festival, con relativa presentazione dell’album Paesaggi Mediterranei (©2021, Global Sonic), si è invece già detto in quest’altro articolo del blog. L’attesa è grande per questa mastodontica kermesse di oltre 150 spettacoli fra teatro, musica e danza, la cui inaugurazione si è fregiata di un concerto del Maestro Riccardo Muti, alla guida dell’Orchestra Cherubini. Ed è con vera gioia che il 25 Giugno porterò nella mia città, nel meraviglioso contesto bucolico del Giardino Paesaggistico di Capodimonte, il risultato di oltre due anni di lavoro su questo particolarissimo progetto, che fonde la musica tradizionale araba con gli stilemi della musica colta europea e l’improvvisazione di matrice jazz.

 

Subito dopo, Giovedì 1 Luglio, sarà poi di nuovo di scena il duo clarinetto/pianoforte (tutti i dettagli qui), stavolta presso la terrazza del maestoso Castel dell’Ovo a Napoli (foto da vesuviolive.it). Il concerto, inserito nel cartellone della rassegna Estate a Napoli 2021, è organizzato dalla Associazione Accademia Reale.

 

 

 

 

 

 

Etichettato , , , , , , , , , , ,